stanze

Le pagine sono spazio architettura da sfogliare la funzione è altra non è un oggetto è una cosa e non informa non si legge si apre e si compone è teatro labirinto percorso libro stanza. I miei libri sono stanze.

mettere in scena il buio

Cara Cristina, rispondo con il piacere dell’amicizia, all’invito per Sciami di Luce. L’invito rappresenta un pungolo a espormi mentre sai quanto mi piacciano, e sempre di più, le zone d’ombra, ma è un invito a riflettere (ragionare) attorno a temi che a entrambe stanno a cuore e dunque…

perché le istantanee?

L’istantanea scrive con la luce, in un istante, qualcosa che solo un osservatore attento può leggere. Attento nel senso di sensibile a ciò che sta guardando e quindi desideroso di…

calma di vuoto un progetto espositivo in movimento

Nell’articolo si possono vedere sia le tavole pittoriche in forma fotografica che il video realizzato da Michele Sambin che per primo mi ha segnalato la possibilità di creare una mostra negli spazi della casa…

giardinogrande film

Ho costruito un dispositivo che rompe la superficie di proiezione, spezzando le immagini e trasformando la bidimensionalità del film nella tridimensionalità dello spaziofilm per provare a raggiungere la quarta dimensione, quella della memoria.

lumiére matiére

Incontri internazionali_Venezia Fondazione Cini dal 15 al 17 gennaio 2020_

sconfinato_stratagemma

In vista di una mostra da realizzare nella prossima primavera sperimento un’espansione della tavola che esce di propri confini originari per dilatarsi nello spazio circostante…

perché il presente non basta/installazione

L’installazione prova a rendere l’osservatore attivo; prova a farlo divertire; prova a fargli scoprire visioni inedite tra la luce e l’ombra. Perché il presente non basta.

il tempo sei tu a deciderlo

Questi lavori (Revenant) sono legati al teatro. Compaiono istantanee che vanno dal 1980 al 1989. I fili tengono unito un racconto di parole mute. I fili accompagnano la trasformazione da teatro a pittura.

corrispondenze_con la testa tra le nuvole

Nell’istantanea, un cantiere in costruzione. Casa di via Antica Romana di Pegli. Fine anni 50. Nella macchina fotografica il rullino da impressionare. Se non fai andare avanti il rullino con un gesto quasi automatico della mano, agendo sulla levetta della macchina, imprimi una nuova immagine su quella preesistente. Questo è successo. A rullino stampato l’immagine […]